Le 5 regole per mantenere efficiente nel tempo la tua Lavastoviglie e ottenere lavaggi impeccabili

 

Mantenere in perfetta efficienza la propria lavastoviglie è una regola basilare per garantirsi un risultato soddisfacente sia dal punto di vista della qualità del lavaggio stesso che sopratutto della sicurezza dell'igiene .

 

 

Ecco qui alcune semplici ma importanti nozioni, che se seguite con costanza, vi garantiranno non solo risultati soddisfacenti, ma sopratutto la durata e l'efficienza della vostra macchina.

 


 

Sostituzione dell'acqua in vasca

 

Sembrerà ovvio ma vi assicuro che in molti casi non lo è affatto:

In molti locali non si procede purtroppo con la regolare sostituzione dell'acqua che compone il bagno di lavaggio all'interno della lavastoviglie, e si continua a lavare con acqua sporca, confidando solo nel ricambio che  avviene attraverso il troppo pieno durante la fase di risciacquo. (Fig.1)

 

Fig. 1
Fig. 1

 

Questo causa:

m una cattiva igiene nonostante la temperatura dell'acqua (55/60°C) e la presenza del detergente.

 

  • Incrostazioni di sporco all'interno della macchina.
  • Qualità del lavaggio compromessa.

 

Il bagno di lavaggio andrebbe opportunamente ricambiato, a seconda del tipo di stoviglie trattate (piatti, bicchieri, utensili) e a seconda del tipo di sporco (grasso, caffè, sughi, sangue ecc).

Ovviamente una regola fondamentale prima di inserire le stoviglie nel cesto, per preservare e prolungare la qualità del bagno di lavaggio, è quella di ripulire i residui grossolani dalle stoviglie scaricandoli nella pattumiera (come indicato in figura).

 

 

 

La regola generale sarebbe quella di cambiare l'acqua almeno 3/4 volte al giorno, e comunque in base all'utilizzo e al tipo di sporco trattato.

 

Se ciò non fosse possibile (per ragioni operative di tempo), oppure volessimo rendere automatico il processo per evitare dimenticanze o pigrizie  (per esempio in presenza di collaboratori poco attenti), la tecnologia ci viene in aiuto grazie al sistema FULL Acqua Pulita di Krupps .

 

 


Infatti, come meglio descritto nel mio articolo di qualche tempo fà: Come risolvere il problema del mancato ricambio acqua nelle lavastoviglie... attraverso l'utilizzo di questa linea di macchine, l'operatore può decidere di cambiare Parzialmente (2,5 lt) o Totalmente (4,5 lt) l'acqua contenuta nella vasca.....il tutto in maniera automatica e sicura.

 

 

Tutte le Lavastoviglie sono dotate di un filtro, situato all'interno della vasca (Fig.2) che serve a garantire che l'acqua aspirata dalla pompa di lavaggio proprio dalla vasca stessa, venga opportunamente filtrata e non causi blocchi pompa.

 

 

Quindi se in vasca sono presenti residui (tipo carta, etichette, tappi, mozziconi, bucce, noccioli ecc) questi, attraverso l'azione di aspirazione effettuata dalla pompa. si fermano sul filtro causando il cosidetto "Effetto Tappo", che impedisce alla pompa di funzionare correttamente e quindi di garantire la necessaria pressione di lavaggio, viene così meno la forza meccanica.

 

Fig.2
Fig.2
Pulizia del filtro pompa di lavaggio da effettuarsi ogni giorno : Estrarre il filtro tirandolo verso l'alto (1), sciacquarlo con acqua corrente (2)
Pulizia del filtro pompa di lavaggio da effettuarsi ogni giorno : Estrarre il filtro tirandolo verso l'alto (1), sciacquarlo con acqua corrente (2)

 

la pulizia costante del filtro Vasca/Pompa, garantisce quindi una pressione adeguata da parte della pompa e previene anche rotture della stessa.

 

 

lo svuotamento serale della vasca e la conseguente pulizia e sanificazione della stessa, garantisce una perfetta igenizzazione di tutte le componenti, che se non opportunamente trattate possono diventare pericolo di proliferazione batterica.

 

Inoltre se questa operazione non viene effettuata con costanza, il pressostato di regolazione del livello acqua in vasca potrebbe stararsi, rendendo necessario l'intervento tecnico, in quanto lo stesso pressostato non regolando il corretto livello, potrebbe causare i seguenti inconvenienti:

 

  1. Carico Acqua Eccessivo, con conseguente scarico dal troppo pieno. La macchina non leggendo il fine carico non inizia la fase di riscaldamento sino ad arrivare al blocco (time-out caricamento vasca) nelle versioni elettroniche.
  2. Carico Acqua Insufficiente , il livello di carico troppo basso raggiunto attiva le resistenze che essendo scoperte si surriscaldano provocando danni alle stesse (Fig.3)

 

 

Fig. 3
Fig. 3

 

La portata e la pressione dell'acqua componente necessaria per garantire la corretta azione meccanica di pulizia, oltre che dalla pompa di aspirazione, dipende anche dagli Ugelli posizionati sulle lance di lavaggio sia esse rotanti che fisse.

 

Gli ugelli anzi sono indispensabili, e se periodicamente non vengono liberati dai residui di sporco o dalle incrostazioni di calcaree, possono peggiorare in maniera significativa la qualità dei nostri lavaggi.

 

La modalità di pulizia degli ugelli dipende sia dal materiale di costruzione, che dal posizionamento degli stessi.

 

Nelle macchine KRUPPS, gli ugelli sia di lavaggio che di risciacquo sono direttamente stampati sulle lance (Fig.4) e sono disegnati in modo da non trattenere sporco auto-pulendosi costantemente.

 

Nonostante ciò almeno una volta la settimana è consigliabile smontare le lance e verificare che gli ugelli risultino liberi, altrimenti provvedere a pulirli dall'eventuale sporco, oppure disincrostarli con un prodotto apposito.

 

Inoltre le lance di risciacquo, installate sulle macchine Krupps hanno anche un sistema di regolazione della velocità di rotazione regolabile (Frenante o Accellerante), questo permette di ottenere un risciacquo efficace anche in presenza di pressione non corretta (<1,5 ATM oppure >3,5ATM).

Fig.4
Fig.4
Pulizia delle giranti da effettuarsi ogni giorno: Smontare la girante svitando il nottolino di fissaggio e tirarla verso l'alto. Lavare poi la girante con acqua corrente , eseguire le stesse operazioni per la girante superiore.
Pulizia delle giranti da effettuarsi ogni giorno: Smontare la girante svitando il nottolino di fissaggio e tirarla verso l'alto. Lavare poi la girante con acqua corrente , eseguire le stesse operazioni per la girante superiore.

 

Degli effetti della durezza dell'acqua e quindi del calcaree sia sulla qualità del lavaggio, che sulla durata della macchine, ne ho ampiamente parlato nel seguente articolo:  Importanza della durezza dell'Acqua nella qualità del lavaggio

 

Quindi in presenza di valori elevati in Gradi Francesi (scala più utilizzata per misurare la durezza dell'acqua), l'ideale sarebbe dotare la propria macchina lavastoviglie di un addolcitore, anche se questo potrebbe causare un abbassamento della pressione di ingresso alla macchine e quindi penalizzare il risciacquo (se non avete una macchina della linea Krupps Elitech)

Gli addolcitori a resine sono disponibili sia Meccanici (Fig.5) che Automatici (Fig.6) e la dimendione dipende sia dalla macchina collegata, che dalla mole di lavoro (consumo d'acqua) a cui è destinato.

 

Una accortezza importante da rispettare (sopratutto i Bar) è quella di NON collegare MAI la lavastoviglie all'addolcitore destinato alla macchina del caffè se questi è di tipo comune, in quanto probabilmente la capacità di produrre acqua addolcita è ststa considerata solo per la macchina da caffè stessa, e potreste ritrovarvi con entrambe le apparecchiature incrostate a distanza di poco tempo.

 

Fig.5                                                                                                     Fig.6

In alternativa, Krupps progetta e costruisce una linea di macchine denominata SOFT LINE , che attraverso l'installazione di un addolcitore a resine interno garantisce in Modo Automatico le Necessarie Rigenerazioni (il tutto gestito automaticamente dalla scheda elettronica) a seconda dei valori di durezza rilevati.

Inoltre nella linea SOFT LINE la riduzione della pressione di rete è quasi nulla garantendo sempre un risultato di lavaggio ottimale.

 

 

Comunque se non è stato previsto nessun sistema di addolcimento dell'acqua utilizzata per alimentare la Lavastoviglie, allora è indispensabile ogni 3/4 settimane (dipende sempre dalla percentuale di calcaree presente nell'acqua) per mantenere pulita ed efficiente la macchina, effettuare la disincrostazione con un prodotto apposito.

In commercio ce ne sono diversi, comunque per questioni di sicurezza affidarsi sempre a fornitori qualificati ed affidabili che ci informino sui corretti dosaggi e sull'uso del prodotto e sopratutto ci fornisca la scheda tecnica necessaria per una corretta gestione sia HACCP che Sicurezza.

Il prodotto disincrostante (preferibilmente liquido) dovrà essere dosato secondo indicazioni all'interno della vasca e quindi effettuare una serie di lavaggi lasciando agire tra un lavaggio e l'altro,

Alla fine dell'applicazione (circa 30 minuti) effettuare una serie sufficiente di lavaggi a vuoti svuotando la vasca per eliminare ogni residuo dello stesso prodotto.

 


CONDIVIDI SUI SOCIAL

 


Autore del presente articolo:

 

Giuseppe Casavola

Area Manager

Agenzia Attrezzature Professionali


 

Se hai trovato questo articolo utile e desideri ricevere i nostri nuovi contenuti, inscriviti alla Newsletter:

Nome Completo
Email *

Scrivi commento

Commenti: 0